fbpx
12 :07 PM / news / 0 Comments

Vuoi andare oltre alle tue abitudini, aprire la mente e distaccarti dalle forme, convinzioni, e da quello che ti dicono essere giusto o sbagliato? Fluire, e superare tutte le tue rigidità – che non sono solo fisiche ma soprattutto mentali – allora Vinyasa Yoga fa per te!!!

A corpi estremamente flessibili, spesso, si associano menti rigide ed effettivamente capita che pur essendo bravi nelleasana, non siamo davvero “yogici” perché viviamo la pratica come una competizione fisica, giudicando noi o gli altri se non siamo flessibili o dinamici come vorremmo. Ci dimentichiamo che lo yoga prima di tutto è NON GIUDIZIO, supera i confini del corpo e della mente per fluire verso gli altri ed unirci veramente con l’universo di cui tutti siamo parte.

Con l’aiuto degli sutras di Patanjali, io ho imparato che le “asana” sono solamente una piccola parte del mondo YOGA, su cui noi occidentali abbiamo posto la maggior attenzione, ma la vera base sta nel comportamento che dobbiamo avere verso il mondo intorno a noi e verso noi stessi.

Il Vinyasa è un veicolo dello Yoga, una pratica che unisce mente, corpo e spirito attraverso l’arte dell’attenzione e del respiro.

Non è un’esperienza statica, ma piuttosto un movimento co-creativo che ci porta più vicino alla sorgente del nostro Essere.

Esprime un ordine sequenziale di azioni che progrediscono in accordo con il ritmo della natura, l’abilità di seguire il flusso e lasciarsi trasportare senza perdere la direzione e l’obiettivo.

Il Vinyasa pervade tutti i ritmi dell’universo, dentro e fuori, abbraccia il senso di libertà scavando a fondo del nostro Sé.

Ci insegna ad accedere e regolare i nostri strumenti interni:

DRISHTI, guardare dolcemente in un punto fermo (internamente ed esternamente);

BANDHA, “body lock”, che coinvolge l’energia all’interno del nostro corpo a livello sottile e muscolare;

PRANA, la forza vitale, il principio della vita.

Ma quali sono i valori fondamentali del Vinyasa?

INTIMITA’

L’esperienza del Vinyasa è personale, è un’opportunità a diventare consapevole di sé, e scoprire la vera intimità del nostro stato naturale.

NUTRIMENTO

Il Vinyasa può essere praticato in un modo nutritivo. Dobbiamo nutrire il nostro corpo con il respiro, la mente con l’equanimità, e il cuore con l’intenzione. Monitorare con attenzione il livello di energia, riconoscendo così l’esigenza di un riposo o di attivazione.

RESPIRO

Nel Vinyasa, il respiro è la maggiore risorsa. Il movimento del respiro e il movimento del corpo sono un’unica cosa. Connettersi con il naturale ritmo dell’espansione alimentato dall’inspiro, e dalla contrazione supportato dal espiro. La tangibile esperienza del prana è il respiro, e il respiro è vita.

FLUIDITA’

Il Vinyasa nasce dalla libertà personale di respirare e muoversi nel modo più benefico in quel determinato momento. E’ come un fiume, segue una direzione ma trova la propria sorgente.  Ci consente di essere guidati dalla sottile intuizione del corpo.

PROGRESSO

Mentre il “flow” è spontaneo, l’ordine non è mai casuale, ogni posizione è scelta di proposito per supportare l’avanzamento della pratica. Ogni ciclo di respiro completa un movimento all’interno dell’arco della pratica.

Se anche tu vuoi fluire nella vita attraverso il SADHANA (la pratica), unisciti a me e scopri la chiave per la liberazione!!!

Ti aspetto in H3Om!!

Posted by:Admin H3Om

pubblicato il:

Settembre
01
Abano Grand Hotel
02Febbraio
Admin H3Om / H3Om SAPERE / 0 Comments

Ricevi una lezione gratuita!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una lezione gratuita!
Nome
Cognome
Email
Secure and Spam free...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi