fbpx
08 :53 AM / news / 0 Comments

Ormai chi non sa cos’è il Pilates? I suoi benefici sono noti a tutti!

Fino a qualche anno fa era una disciplina quasi sconosciuta, il massimo dell’informazione era che la pop star Madonna lo praticava e per merito del Pilates aveva ottenuto quel corpo tonico e invidiabile.

Mi chiamo Rossella, sono una professionista del fitness da più di 20 anni e tra me e il Pilates c’è un rapporto di amore infinito!

Eppure il nostro primo approccio non è stato dei migliori!

Fino ad una decina di anni fa tenevo classi molto “movimentate”, insegnavo attività per lo più aerobiche come step, cardio box, pump, aquagym. Musica a palla, bpm elevatissimi, alto impatto e sudore a profusione erano gli immancabili ingredienti delle mie lezioni.

Sempre curiosa nei confronti delle novità, mi capitò di provare una lezione di Pilates e la mia primissima reazione fu:

  • Ma cos’é ‘sta roba? Ginnastica per la terza età?
  • E si sta per tutto il tempo per terra sdraiati?
  • Non si suda? Ma che senso ha?

Poi la folgorazione!

L’ incontro con un’insegnante di Pilates nel suo studio a Parma è stato determinante. Le sto appiccicata per tre giorni, otto/nove ore al giorno, partecipando a tutte le lezioni.
Tre giorni di full immersion mi fanno capire le potenzialità della disciplina, me ne fanno innamorare definitivamente, al punto di decidere di lasciare tutto il resto per dedicarmici completamente. Anima, cuore, corpo.

Il Pilates non si svela immediatamente, ha bisogno di tempo e pazienza: non basta una lezione soltanto per dare un giudizio.

In una lezione di Pilates non c’è lo stesso stimolo cardiovascolare di una corsa e la percezione di fatica è molto diversa: il lavoro muscolare è più raffinato e più profondo.

Il Pilates non distoglie da sé stessi, non usa musiche battute a volume elevato che alienano: un sottofondo musicale tranquillo favorisce la concentrazione, l’essere “qui e ora”, la percezione del corpo a partire dal suo centro.

Quello che voglio comunicare nelle mie lezioni, il mio obiettivo primario, non è insegnare la tecnica perfetta di una serie di esercizi. Sarebbe riduttivo e non renderei merito al Pilates che è ben altro rispetto ad una semplice ginnastica dolce.

Voglio insegnare a “sentire” il proprio corpo che si muove, far sperimentare la percezione di ogni singolo muscolo, far comprendere le motivazioni di una postura.

Posso fare 100 volte lo stesso esercizio e la mia esperienza avrà 100 diverse sfumature.

Mi piace tantissimo una frase che era solito pronunciare Joseph Pilates:

La perfezione non esiste, ci possiamo solo avvicinare.

Ci vediamo in H3om!

Se vuoi approfondire qualche argomento che ho anticipato scrivimi e sarò felice di risponderti. Naturalmente il modo migliore per avvicinarsi ad H3Om e alle mie attività è partecipare a qualche lezione. Chiamaci e sapremo trovare l’attività e l’orario più adatto alle tue esigenze.

Ecco cosa puoi fare ora:

Posted by:Admin H3Om

pubblicato il:

Agosto
28
Abano Grand Hotel
02Febbraio
Admin H3Om / H3Om SAPERE / 0 Comments

Ricevi una lezione gratuita!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una lezione gratuita!
Nome
Cognome
Email
Secure and Spam free...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi